1
Durata (giorni)
200-300
Lunghezza (Km)
Stradale
Tipologia

Un piacevole tour lungo il perimetro del lago Omodeo che costituì, alla sua creazione, il lago artificiale più grande d’Europa.

In questa pagina potrai effettuare l’iscrizione al tour. Compila il form a destra e registrati con un clic!

La partecipazione è riservata ai soci dell’associazione Pastori in Moto.

QUOTA ISCRIZIONE BASE GIORNALIERA – 

CONVENZIONI: 

A – PRANZO:  –   € 

Presso una delle nostre strutture convenzionate potremo sostare per una veloce pausa pranzo

B – MEZZA PENSIONE:   – € 

Presso agriturismo di qualità


ATTENZIONE: al momento della prenotazione  specifica nelle note il tuo pacchetto. Es: Quota iscrizione + A + B (camera singola)

PROBLEMI CON LA PRENOTAZIONE?  

Scrivici su WhatsApp al seguente numero: 345 0699 255 (Nicola)

 


LUOGO DI PARTENZA/RITORNO Sardara
PARTENZA 8.30
INCLUSO
Polizza assicurativa per evento mototuristico
Guida mototuristica
OPZIONALE
Noleggio moto
Ticket per visite guidate (stipula convenzioni in corso)
Pernottamento in mezza pensione su strutture selezionate
Pranzi di qualità a prezzi convenzionati
1

Le grandiose dighe, primato mondiale di Sardegna

Partenza: Sardara Arrivo: Sardara

Pranzo: Ghilarza   

Descrizione:   Dalla partenza, attraversiamo la Marmilla fino a costeggiare il Monte Grighine e raggiungere, infine, una suggestiva fonte di acque termali a Fordongianus. Percorriamo poi un lungo e affascinante percorso ai bordi del lago Omodeo visitando la diga Eleonora d’Arborea, inaugurata nel 1997 e all’epoca la più grande d’Europa, quindi la diga dismessa di Santa Chiara, per diverso tempo la più alta al mondo.

Da lì, ammirando piccole chiese campestri e novenari, visitiamo tanti piccoli centri del Guilcer, quindi Ghilarza, ove Antonio Gramsci trascorse infanzia e adolescenza. Dopo un pranzo ristoratore, ritorniamo alla base dopo un’innumerevole successione di curve.

Lunghezza: 270 km

Esperienze:

  • Visita alle rinomate terme di Fordongianus
  • Visita alla diga Eleonora d’Arborea, inaugurata nel 1997 e che vantava, all’epoca, il primato di diga più grande d’Europa
  • Visita alla diga dismessa di Santa Chiara,  alta 70 metri e che fu per diverso tempo la diga più alta del mondo
  • Visita alla frazione di Zuri, che sorgeva a valle, sulla riva del Tirso, e che in seguito all’edificazione della diga fu evacuata e ricostruita a monte
  • Degustazione dei piatti tipici del Barigadu e del Guilcer